Auto ibride plug in: cosa le rende speciali

Le auto ibride plug in utilizzano una batteria per alimentare un motore elettrico e un serbatoio a carburante, come diesel o benzina, per alimentare un motore a combustione interna o un’altra fonte di propulsione. Le batterie dei veicoli ibridi plug in possono essere caricate tramite apparecchiature di ricarica o frenata rigenerativa. L’utilizzo dell’elettricità per far funzionare il veicolo in parte, o per tutto il tempo, riduce i costi operativi e il consumo di carburante rispetto ai veicoli convenzionali.

Vetture ibride plug in: come funzionano

Le automobili ibride plug in hanno un motore a combustione interna e un motore elettrico, che utilizza l’energia immagazzinata nella batteria. I veicoli ibridi plug in, a differenza delle vetture elettriche ibride, hanno pacchi batteria più grandi.

Durante la guida urbana, la maggior parte della potenza di un’auto ibrida plug in può provenire dall’elettricità immagazzinata. Per esempio, l’automobilista potrebbe percorrere il tragitto casa lavoro, e viceversa, con un’alimentazione completamente elettrica.

Il motore a combustione interna alimenta il veicolo quando la batteria è per lo più scarica, durante una rapida accelerazione o quando sono presenti carichi intensi di riscaldamento o condizionamento.

Alcune vetture ibride plug in, costruire per svolgere lavori pesanti, funzionano in modo opposto, con il motore a combustione interna utilizzato per la guida da e verso un luogo di lavoro e l’elettricità usata per alimentare le apparecchiature ausiliarie del veicolo o controllare  la temperatura della cabina mentre si è sul luogo di lavoro.

La batteria può essere caricata tramite una fonte di energia elettrica esterna, il motore a combustione interna o la frenata rigenerativa.

Il consumo di carburante dipende dalla distanza percorsa tra le ricariche della batteria. Per esempio, se il veicolo non viene mai collegato per la ricarica, il risparmio di carburante sarà all’incirca lo stesso di un veicolo elettrico ibrido di dimensioni simili.

Se l’auto viene guidata per una distanza inferiore rispetto alla sua autonomia completamente elettrica e collegata alla ricarica tra un viaggio e un altro, potrebbe essere possibile utilizzare solo l’energia elettrica.

Pertanto, caricare il veicolo in modo costante, è il modo migliore per massimizzare i benefici elettrici.

L’ibrido plug in secondo Audi

La tecnologia dei veicoli ibridi plug in consente non solo di viaggiare verso un mondo più pulito, ma anche di poter scegliere, in assoluta libertà, se guidare in modalità elettrica oppure scegliere di optare per un motore a benzina oppure a diesel.

E Audi, facendo suo questo concetto, ha deciso di proporre undici nuovi modelli che combinano il tradizionale motore a combustione con un propulsore elettrico, che ti permetteranno di percorrere i tuoi tragitti in modo più ecologico.

Merito anche dei nuovi motori TFSI presenti in questi modelli, che garantiscono un’autonomia di oltre 40 chilometri in modalità elettrica.

Vieni a scoprirli oggi stesso nella tua filiale Audi e lasciati conquistare dalla loro filosofia innovativa, che unisce il soddisfacimento delle esigenze della vita moderna al rispetto dell’ambiente.

Sali a bordo del futuro: con le auto ibride plug in di Audi, vivrai un’esperienza di guida senza precedenti e potrai dare anche il tuo contributo per risolvere l’emergenza climatica.