Quando è meglio mangiare la frutta? Consigli e indicazioni

Per quanto sia una verità riconosciuta, è sempre meglio ricordare quanto il consumo di frutta sia fondamentale per la nostra alimentazione. E non solo perché è fonte di vitamine, minerali, antiossidanti e fibre. 

Se, per esempio, sei intenzionato a cominciare un percorso nutrizionale, una dieta per intenderci, sappi che adeguate quantità̀ di frutta sono fondamentali, anche grazie ai grassi e all’apporto calorico molto limitati… Essendo poi fonti di fibra, danno la sensazione di essere sazi!

Quale frutta scegliere? 

Se vuoi perdere peso e/o hai il diabete cerca di evitare frutti con alto indice glicemico come le banane, il mango e l’uva. Puoi sostituirli con mele verdi, frutti di bosco, mirtilli, lamponi, kiwi, albicocche, fragole e ciliegie! Sei alla ricerca di grassi sani e basso indice glicemico? Avocado e cocco sono le alternative migliori

Bisogna prestare particolare attenzione agli agrumi! Un eccessivo consumo può peggiorare i problemi alla pelle e le infiammazioni in atto. Per quanto riguarda i succhi di frutta non vanno assolutamente considerati come frutta: sono privi di fibre, di vitamine, di minerali e sono saturi di zuccheri aggiunti e correttori di acidità.

Quando mangiare la frutta?

Si sa, la frutta fa bene! Ma sai che ci sono momenti più adatti di altri per consumarla? 

Scopriamo insieme quando è meglio mangiarla.

Le ricerche dicono che a causa dell’alto contenuto di fruttosio, il momento migliore per mangiare frutta è la mattina: il corpo è riposato, ha bisogno di una spinta, dell’energia necessaria per dare il via alla giornata. Se mangi frutta al mattino sarai produttivo per tutto il giorno. Alcuni nutrizionisti consigliano di mangiare la frutta a stomaco vuoto se si vogliono ottenere i massimi benefici. Tuttavia, questo suggerimento non è supportato da alcuna evidenza scientifica

Un buon modo di consumare frutta è certamente fare spuntini tra un pasto e l’altro. 

È una buonissima abitudine, perché la frutta mantiene sazi, evitandoti snack eccessivi che rovinano i pasti. Non dimentichiamo poi che la frutta è a basso contenuto di sodio: diabetici, cardiopatici o pazienti ipertesi possono consumarla in quantità!

Ricordati che sarebbe bene includere almeno tre frutti diversi ogni giorno, questo perché ognuno di questi sarà ricco di sostanze nutritive diverse.

Quando non mangiare la frutta?

Il momento peggiore per mangiare frutta: appena prima di andare a dormire. 

La frutta aumenta il livello di zucchero nel sangue, quindi è facile che rimarrai sveglio tutta la notte. Nonostante non siano tutti concordi su questo fatto, è provato che in generale mangiare subito prima di dormire può portare ad acidità e gonfiore. Questo tenendo conto che mangiare troppa frutta può causare problemi intestinali, a causa dell’elevata presenza di fibre.

È sempre meglio non esagerare!

Quando mangiare la frutta: consigli

Ecco alcuni consigli che puoi seguire per mangiare la frutta e sfruttarne a pieno i benefici.

1 – Ricordati che la frutta va mangiata matura!

2 – Lava bene la frutta prima di mangiarla, per rimuovere eventuali impurità.

3 – È consigliabile mangiare 3 porzioni da 150 grammi di frutta al giorno.

4 – Non considerare la buccia uno scarto, contiene fibre importanti!

Mangiare frutta (e verdura) è fondamentale perché il nostro organismo funzioni a dovere.A prescindere dai consigli e dalle varie opinioni degli esperti, solo una cosaècerta: la frutta è fondamentale e si dovrebbe consumare giornalmente!